La mia lotta.

Scritti due romanzi molto apprezzati, il norvegese Karl Ove Knausgård non si accontenta e cerca una relazione con la scrittura che lo porta a realizzare l’opera “La mia lotta” in 6 volumi, 3.500 pagine di ondate di vita quotidiana che – per capacità narrativa e ironia – scavalcano con leggerezza i grandi tema della vita: il tradimento, la paura, la morte. Due anni, 20 pagine al giorno e la scrittura si fa vita.

Iniziato il primo volume – “La morte del padre” –  un meraviglioso antidoto contro la noia che fa della noia stessa il suo solo strumento narrativo. Perchè, come afferma Knausgård: “La potenza insita nel tema e nello stile deve essere spezzata affinché possa nascere la letteratura. E’ questa demolizione che viene definita “scrivere”. Lo scrivere riguarda più il distruggere che il creare.”

Lenge leve livet!

***

Usciti in Italia i primi due volumi, “La morte del padre” e “Un uomo innamorato” (ed. Feltrinelli).


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...