Le città invisibili (La tua, la mia, la loro vita)

Opera by V. Hammershoi

Opera by V. Hammershoi

“Se volete credermi, bene. Ora vi dirò come è fatta Ottavia, città-ragnatela. C’è un precipizio in mezzo a due montagne scosese: la città è sul vuoto, legata alle due creste con funi e catene e passarelle. Si cammina sulle traversine di legno, attenti a non mettere il piede negli intervalli, o ci si aggrappa alle maglie di canapa. Sotto non c’è niente per centinaia e centinaia di metri: qualche nuvola scorre; s’intravede più in basso il fondo del burrone.
(….)
Sospesa sull’abisso, la vita degli abitanti d’Ottavia è meno incerta che in altre città.”

***
Estratto da “Le città invisibili” di Italo Calvino, ed. Mondadori Oscar

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...